il blog di Giorgio Montanari

candidato consigliere comunale a Imperia per Guido Abbo Sindaco

Non sarò il Sindaco di Imperia. Per questa volta.

Per scriverne ho voluto che scadesse ufficialmente il tempo utile alla presentazione delle candidature relative alle primarie del Partito Democratico per la scelta del candidato Sindaco.

Lo Statuto del PD prevede in maniera esplicita che i candidati a tutte le cariche monocratiche di ogni livello siano democraticamente scelti tramite primarie, con poche eccezioni. E così anche a Imperia ci sarà una consultazione popolare – prevista a fine Novembre – che porterà l’intera cittadinanza a votare.

Le Primarie costituiscono uno strumento molto importante: sia per la loro finalità prima, ovvero la determinazione del candidato, sia perché avvicinano gli elettori al Partito creando coinvolgimento e partecipazione: si chiede loro di di esprimere un vero e proprio parere vincolante riguardo ad una scelta fondamentale per il futuro della città. Non solo: nello scenario della politica italiana ante-pd, sia di destra che di sinistra, i candidati venivano selezionati tramite scelte interne con lunghe trattative. La designazione finiva spesso e volentieri per diventare il riflesso dei vari giochi di potere (sovente nella forma di correnti e mozioni) che potevano portare a non scegliere sempre e solo il candidato migliore su basi oggettive, bensì ad imporre un candidato come azione di “supremazia politica”.

Con la nuova modalità – nuova per noi ma sfruttata negli USA da un secolo – è possibile per tutti proporsi per la carica in questione e sottoporsi al giudizio del proprio elettorato prima che all’intera popolazione.

E’ (anche) per questi motivi che avevo deciso di candidarmi come Sindaco di Imperia. Alle primarie, ovviamente.

L’idea era nata mesi fa, e la mia candidatura voleva essere una dimostrazione pratica di come all’interno del PD ci siano davvero persone nuove con idee nuove, e di come anche un giovane come me potesse in prima persona mettersi a disposizione per un rinnovamento ed un ringiovanimento della classe dirigente, che in molti richiedono a gran voce.

I giovani vogliono vedere volti che assomiglino ai propri, e sentire voci che parlano a loro. Il disinteresse verso la politica ha le sue cause anche in questo.

Nonostante ciò, alla fine ho deciso di non proporre la mia candidatura. E la vicenda sarebbe rimasta sconosciuta ai più, se non fosse che se ne è parlato sulla stampa e dunque é giusto che ne scriva in prima persona anche qui.

La sfida per diventare il candidato Sindaco di Imperia alle prossime elezioni amministrative di primavera, vede comunque due autorevoli partecipanti: Antonio De Bonis e Paolo Verda.

Personalmente ho deciso di appoggiare il secondo, Verda, perché sono convinto che possieda le qualità adatte al compito che lo attenderà in caso di vittoria: mi riferisco alle capacità di dialogo e di confronto necessarie per condurre una buona campagna elettorale, nonché utili a proporre alle altre forze politiche un dialogo costruttivo che possa portare alla formazione di una coalizione forte.

Il fatto che suo zio sia stato Sindaco e Presidente della Regione mi interessa relativamente poco; è molto più importante saper parlare alla gente in maniera onesta e senza condizionamenti, stabilendo un confronto politico leale. Verda si interessa di politica da sempre, ma è abbastanza novello come amministratore e come politico da poter trovare nuove strade da percorrere.

E questo sia che alle prossime elezioni si vinca e ci sia una nuova maggioranza, sia che si perda e ci aspettino altri anni di opposizione, perché non ci si può permettere di ripetere gli errori del recente passato.

L’appuntamento è fissato per la fine del mese; aggiornerò ovviamente il blog con l’ubicazione dei seggi e le modalità di voto quando saranno definitive.

Bisogna andare a votare, bisogna sfruttare questa preziosa opportunità di democrazia.

E che vinca il migliore, per il bene della nostra città.

Da "La Riviera" - Clicca per ingrandire

Da 'La Riviera' - Clicca per ingrandire

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

8 commenti

  1. Sei giovane, Giorgio e secondo me hai fatto la scelta giusta. Avrai tutto il tempo per imparare come funziona la politica e fare esperienza. Ascolta i consigli delle persone sincere, gli altri lasciali perdere e vai per la tua strada.

  2. Imperia ha bisogno di aria fresca…
    In bocca al lupo per il futuro!!!

  3. Imperia avrebbe bisogno di una persona come te, conosci le problematiche che da sempre affliggono la nostra cittadina, le varie esigenze e carenze.
    Per capirlo basti pensare alle diverse attività a cui hai partecipato negli ultimi anni o anche solo seguire il tuo blog, sempre molto interessante. Capisco che non deve essere molto semplice affrontare alcune sfide, vista la tua tenera età e soprattutto in una città conservatrice come Imperia.

    Sappi che ti sosterremo e ti ringraziamo per l’impegno. 🙂

  4. oooo cugino cosa mi combini???

  5. ciao montanari, devo ammettere che hai ragione verda è una persona valida, se non mi ricandido per mia scelta, credo che lo voterò

  6. Pingback: 25 ottobre: le primarie del PD | il blog di Giorgio Montanari - Consigliere Comunale a Imperia

  7. Pingback: Primarie ancora per un po’ | il blog di Giorgio Montanari - Consigliere Comunale a Imperia

  8. Pingback: Perdere le primarie (con stile) | il blog di Giorgio Montanari - Consigliere Comunale a Imperia

Rispondi a Giacomo Montanari Annulla risposta

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.